Una regione ricca di ricchezze da visitare

A Montpellier, camminerai, secondo i tuoi gusti, per le strade del centro con le sue dimore, eredità di un ricco passato commerciale, o sulla passeggiata del Peyrou, in Place de la Comédie e di fronte al suo teatro, al museo Fabre, al Jardin des Plantes o allo zoo; a meno che la futuristica Montpellier non ti affascini con i suoi nuovi quartieri: Antigone, Odysséum, il Planetario, ... Montpellier è anche una grande città di congressi; vi si svolgono molti eventi culturali e festival musicali.
¼ ora da Launac, avrai l'opportunità di nuotare sulla tranquilla spiaggia di Aresquiers situata in un'area naturale e protetta.
A 1 ora da Launac, avrai il piacere di scoprire Arles e la Camargue: Aigues-mortes e Saintes-Maries de la Mer, feste paesane e le loro tradizioni di corride, corride per gli appassionati ...
Le Cévennes sono vicine: Anduze, la sua piantagione di ceramiche e bambù, Uzés, St Jean du Gard e il suo acquario, il museo della seta, il trenino delle Cévennes; i vetrai di Claret e le vetrerie di Coulobrines.
Puoi visitare resti romani: il sito di Ambrussum a Villetelle, lo Stagno del Gard, Nîmes e i suoi tesori archeologici, Loupian, Agde e il suo museo ...
Gli amanti della natura e del turismo sotterraneo avranno l'imbarazzo della scelta tra le Gorges du Tarn, Hérault, la Grotte des Demoiselles, la Grotte de Clamouse, l'Abisso di Bramabiau.
Alle porte delle gole dell'Hérault, rimarrai sorpreso da St Guilhem-le-Désert, pittoresco villaggio, con la sua abbazia cistercense e la sua strada per Saint-Jacques de Compostelle che affonda nelle colline. Su questa strada, passerai a Saint Jean-de-Fos, un villaggio con molti vasai di talento.
Nel mezzo della terra vulcanica si trova il lago Salagou.
Puoi anche ammirare i sontuosi paesaggi dei sentieri escursionistici dei paesi segnalati dalla Federazione francese delle escursioni.
La costa della Linguadoca brilla lungo tutta la sua costa le sue località balneari (La Grande Motte, Palavas, Cap d'Agde, ...) e i suoi numerosi stagni delimitati da villaggi di pescatori (Bouzigues, Méze e il suo ecosite), Sète, il suo porto e i suoi famosi tornei di giostre nautiche, ...
Il bacino di Thau, specializzato nella cultura delle ostriche, ti permetterà di assaporarli accompagnati da Picpoul de Pinet.
Il terroir della Linguadoca offre ottimi vini da assaggiare durante le visite in cantina. I viticoltori vi accoglieranno con cordialità.
Ci sono molti ristoranti di qualità vicino a Launac.
I cacciatori di occasioni andranno a Pèzenas per trovare gli oggetti più inaspettati e insoliti dei numerosi antiquari e di seconda mano.
Se ti piacciono le escursioni storiche, puoi andare
nella famosa città di Carcassonne e visitare alcuni castelli catari.
Il tuo soggiorno alla Commanderie potrebbe incoraggiarti a visitare altri siti templari sull'altopiano del Larzac: La Couvertoirade, Sainte-Eulalie-de-Cernon, La Cavalerie, ...



Valmagne
Questa ex abbazia cistercense di Hérault è stata classificata come monumento storico dal 1947.

Vieni a scoprire la storia di questa antica abbazia cistercense e la storia della famiglia che l'ha mantenuta per nove generazioni!

Riveleremo la "cattedrale delle viti", lunga 83 me alta 24,5 m, il chiostro e i suoi giardini dal fascino fiorentino. Si può ammirare la sala capitolare con la volta a cesto e la fontana, una delle poche conservate in un'abbazia cistercense.

Puoi anche fare una passeggiata nel giardino dei Simples e visitare il conservatorio del vitigno prima di assaggiare i vini biologici di questa tenuta vinicola della Linguadoca Rossiglione.

Infine, gusta un pasto rustico presso la trattoria del viticoltore, dove i piatti sono a base di prodotti biologici dell'orto!


Giardino antico di Ballaruc-les-Bains
Magnificata dalla ricchezza dei suoi punti di vista, questa visita è un invito a un viaggio segnato da momenti di contemplazione e riposo.Tra sentieri fioriti e spazi boscosi, il percorso rivela l'evoluzione e la diversità dei giardini dall'antichità, la ricchezza di composizioni ornamentali e atmosfere paesaggistiche. Progettato secondo i diversi archetipi dell'antichità, questo giardino è dedicato alla conoscenza delle essenze vegetali mediterranee e dei loro usi attraverso sette creazioni originali. Lungo un percorso, scoprono l'agricoltura e l'orticoltura, il sacro, la medicina, la magia, la cucina o la cosmesi. Visita guidata ogni mercoledì alle 10 e alle 15.30 (solo su prenotazione) Animali ammessi: meno di 10 kg trasportati tra le braccia.



Tessera turistica